SENSO UNICO IN VIA ITALIA: SU CHE BASI?

BILANCIO PREVENTIVO 2015: SOLO TASSE E NESSUNA CAPACITA’ PROGRAMMATORIA
15 luglio 2015
DIMISSIONI ALL’INTERNO DELLA MAGGIORANZA? ABBIAMO COSE PIU’ IMPORTANTI CUI PENSARE
21 settembre 2015

In data 9 Settembre la lista Per UBOLDO ha protocollato (numero di protocollo 13025) un’interrogazione a risposta orale in Consiglio Comunale riguardante l’istituzione del senso unico di marcia in via Italia.

In particolare all’Amministrazione Comunale chiediamo;

1) Se l’istituzione del SENSO UNICO DI MARCIA LUNGO VIA ITALIA sia da considerare in forma SPERIMENTALE, e in questo caso fino a quando, oppure in via definitiva (visto che, diversamente da quanto dichiarato dal Sindaco, negli atti ufficiali – deliberazione di Giunta Comunale n. 76 del 30/07/2015, Manifesto informativo affisso in paese, Ordinanza n. 27 del 10/08/2015 e Ordinanza n. 28 del 12/08/2015 – non risulta scritto da nessuna parte che tale decisione sia “in via sperimentale);

2) In base a quali dati è stata decisa l’istituzione del SENSO UNICO DI MARCIA LUNGO VIA ITALIA. 

In particolare:

– Numero di autovetture, autobus, biciclette e pedoni che transitano quotidianamente lungo via Italia;

– Numero di incidenti che abbiano coinvolto autovetture o autobus con pedoni e/o biciclette rilevati dalla Polizia Locale di Uboldo lungo via Italia nell’arco dell’ultimo anno;

3) Se prima di addivenire all’istituzione del SENSO UNICO DI MARCIA LUNGO VIA ITALIA sono stati consultati ed informati i residenti e i commercianti della zona interessata;

4) Se è stata fatta una proiezione della possibile diminuzione del traffico veicolare su via Italia conseguente all’introduzione del senso unico di marcia;

5) Se si è considerato quali possano essere le conseguenze per i commercianti della zona dalla diminuzione del traffico veicolare;

6) Se si è considerata l’ipotesi di un aumento della velocità di transito delle autovetture in una strada che diventa a senso unico;

7) A quanto ammontano le spese (realizzazione percorso pedonale e ciclabile protetto, acquisto e installazione della cartellonistica stradale) sostenute dal Comune di Uboldo per l’istituzione del SENSO UNICO DI MARCIA LUNGO VIA ITALIA;

8) Nel caso l’istituzione del SENSO UNICO DI MARCIA LUNGO VIA ITALIA sia in via sperimentale, al termine del periodo di sperimentazione su quali dati oggettivi si deciderà se trasformare il provvedimento in via definitiva oppure se revocare il provvedimento e ritornare al doppio senso di marcia.

Attendiamo risposte in Consiglio Comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *